logo Nuove FrontiereIl no profit può e deve essere la rete sociale che impedisce il passaggio dalla collera alla disperazione. Aderisci e porta la tua candidatura.

“Nuove Frontiere onlus constata amaramente che ciò che aveva previsto nel 2006 (anno di nascita) in tema di tenuta sociale ed in particolar modo di difesa dei minori, delle donne, del welfare di base e dei diritti civili “tout court”, si è puntualmente avverato. Le istituzioni sono state sorde ai nostri appelli e oggi ci troviamo con delle emergenze sociali sensibilmente aggravate.

Lo stesso dicasi per tutti gli altri settori.

Per queste ragioni ci rendiamo conto che ciò che abbiamo fatto fino ad oggi non basta, ma dobbiamo moltiplicare gli sforzi e gli ambiti di azione.
Nuove Frontiere onlus vuole dare il suo contributo fattivo e, vista la condizione generale, ritiene che in questo momento la più grande forma di carità sia quella di creare opportunità di business e di lavoro facendo perno sul rilancio delle imprese, ma non ci può essere vision né progettualità che possa vedersi compiuta senza una nuova classe politica dirigente. Di qui la creazione di un progetto articolato che vedrà Nuove Frontiere agire come onlus, movimento e consorzio”.
Come onlus vogliamo far sì:

  • Che nel nostro paese nascere a Via Montenapoleone o a Scampia offra le stesse identiche opportunità di crescita e di sviluppo.
  • Che l’adozione non sia una “roba da ricchi” ma per chi ha un cuore.
  • Che il minore non sia ostaggio di persone che lo sfruttano e abusano ma abbia la possibilità di vivere fra persone che abbiano a cuore la sua crescita morale e materiale.
  • Che le famiglie in difficoltà possano essere sostenute da altre famiglie attraverso il vincolo della solidarietà.
  • Che la donna se decide di abortire lo decida per proprie motivazioni e non perché costretta da ragioni contingenti.
  • Che nel nostro Paese si attuino delle politiche per l’integrazione e che si lavori per un nuovo medello di sviluppo capace di migliorare le condizioni di vita nei paesi del terzo mondo, alla base del processo migratorio.

A queste soluzioni o possibili tali, grazie al contributo di collaboratori, partner e professionisti, siamo arrivati ma nel contempo ci siamo anche resi conto, vista l’impossibilità di costituire una lobby parlamentare trasversale, che la partecipazione all’agone politico non era più procastinabile.

Così come non è ipotizzabile dirimere quaestio condominiali prescindendo dalle rispettive assemblee, così non è pensabile risolvere problemi e drammi riguardanti la condizione di centinaia di migliaia di nostri concittadini senza passare dal Parlamento.

Sappiamo che per molti di voi non è la scelta più opportuna ma credeteci se vi diciamo che non erano rimaste altre strade visto che la causa principale sta proprio nell’impianto normativo.

Vi invitiamo a non guardare tanto il nostro posizionamento politico quanto ciò che desideriamo portare avanti che è quello per cui in tutti questi anni ci avete seguito e incoraggiato.

Vi ringraziamo di tutto e ci auguriamo che si possa crescere in maniera determinante anche in questa nuova veste.


Come Circolo Nuove Frontiere aderente a Movimento Nazionale a chi comprende che la politica è un “male” necessario, ma la vorrebbe onesta, meritocratica ed orientata al bene comune ed alla tutela degli interessi nazionali”. Per noi è priorità delle priorità formare una nuova classe politica dirigente senza la quale non c’è “vision” che possa essere attuata.

Senza una nuova classe politica non c’è vision né progettualità che possa vedersi compiuta. Un movimento già radicato su molte regioni italiane che vuole selezionare e formare classe politica dirigente onesta, capace ed affidabile.


La più grande forma di carità oggi nel nostro Paese è quella di creare opportunità di lavoro e di business. Per questo non lo possiamo fare come ente no profit ma come consorzio.
Sarà nostra cura selezionare le aziende che, a prescindere dalla situazione finanziaria in cui gravano adesso, facciano prodotti di eccellenza e siano serie ed affidabili, al resto ci pensiamo noi.

Come Consorzio SAVE ITALY ci rivolgiamo agli imprenditori, soprattutto medi e piccoli, che pur facendo un prodotto di eccellenza si trovano oggi in difficoltà; noi li supportiamo a 360° attraverso:

  • Portale e-commerce;
  • Protocollo con UPS con costi fuori listino per il trasporto merci;
  • Banca Popolare di Vicenza per agevolazioni creditizie;
  • Aperti due canali per l’export già attivi: Asuncion (Paraguay) e Costa Rica; in via di apertura Turchia, Stati Uniti e Cina.
  • Detrazioni fiscali.

Ecco perché aderire e sostenerci!